Twins interviste

LAURA, TWINS MAMMA PER NATALE

23 novembre 2015

Una chiacchierata con Laura, ingegnere, lifelover e blogger in dolce attesa di due gemelli. Abbiamo parlato di maternità,  di pancia, di outifit…e delle emozioni di una futura Twins Mamma. 

Una canzone di Vasco che amo tantissimo ha questo ritornello: “Laura aspetta un figlio per Natale e tutto il resto adesso può aspettare perché Laura adesso deve solamente riposare”. In realtà la Laura che si racconta con dolcezza e semplicità in questa intervista avrà ben due gemelli per Natale! Il sesso è top secret, ma non le  emozioni e sensazioni legate a questa gravidanza gemellare. Il destino ci ha fatto intrecciare in un bellissimo progetto video che ci ha coinvolto entrambe. La naturalezza intravista sul set, di questa ragazza nata al mare e trapiantata nella city da una vita,  che con una bella panciotta di 8 mesi se ne andava in giro con il  sorriso (che per chi ne aspetta due vi assicuro che valgono quasi nove mesi…se non di più), mi ha colpito molto. Infatuato. Lei è una blogger di quelle top ed The Old Now è il suo progetto più importante. Ovvio finchè non c’era la “La Combo”,  che tra poco farà capolino nella sua vita. Le ho chiesto se aveva voglia di raccontarmi un po’ di se e di questa gravidanza…Eccola!

Quale è stata la tua reazione quando hai scoperto di essere incinta di due gemelli?
In realtà il giorno che ho scoperto di essere incinta di due gemelli è stato un giorno molto particolare, si può dire che ho vissuto una montagna russa di emozioni. Dopo il test, durante la prima visita non mi è  stata fatta un’ecografia perché eravamo in attesa del responso per una possibile infezione per vaccinazione. Abbiamo quindi dovuto attendere altre tre settimane  per avere l’ok definitivo da parte dell’ospedale. Solo a quel punto, abbiamo avuto la possibilità di fare la prima ecografia. Lo stato d’animo è quindi stato sballottato dalla paura di dover rinunciare a questa meraviglia, fino alla gioia di sapere che potevamo proseguire il percorso e soprattutto che erano due!. Si può dire che siamo stati ricompensati per le settimane di attesa dalla felicità doppia.  Non abbiamo neanche per un minuto riflettuto sul fatto che erano due (e non uno) perché l’abbiamo saputo da subito appena abbiamo visto le due lucine sullo schermo.

E lui come a reagito?
La reazione del mio compagno è stata assolutamente in simbiosi con la mia. Sicuramente siamo rimasti sorpresi ma, avendo l’ereditarietà di gemelli in famiglia avevamo messo in conto questa possibilità…E’ stato un momento di grande felicità per entrambi.

Il tuo stile di vita da mamma “molto incinta”?
Diciamo che il mio stile di vita è cambiato moltissimo, non perché non fossi pronta o perché la notizia mi abbia sorpresa in maniera importante; ma perché l’anno scorso era stato l’anno dei viaggi oltre confine e il 2015 si stava delineando sulle linee dell’anno precedente. La sezione Travel di The Old  Now, sta funzionando moltissimo e quando ho avuto la notizia del test positivo avevo già l’agenda costellata di viaggi fino alla fine dell’anno. La mia dottoressa però, appena scoperto la gravidanza doppia, mi ha vietato qualunque tipo di spostamento in aereo e l’agenda, si può dire, è stata decisamente rivoluzionata. A parte questo rinunciare a viaggiare in aereo si può dire che ho continuato a condurre la mia vita normalmente anche perché ho sempre pensato che sarebbe stato bello portare avanti le mie passioni e il mio lavoro con loro dentro di me. Una specie di anteprima di quella che è la vita dopo la pancia, una sorta di momento sono per noi.

La conquista più grande di questa gravidanza?
La conquista più grande la devo al mio corpo. Non essendo molto alta e non essendo assolutamente una sportiva convinta sono arrivata al test della gravidanza in uno stato di forma “assolutamente normale”che, soprattutto nei primi quattro mesi della gravidanza, è stato messo a dura prova dalla nausea costante. Non posso infatti dire che la mia gravidanza sia stata una passeggiata in discesa perché a livello fisico non c’è mai stato un momento in cui ho avuto la possibilità di tirare il fiato e godermi semplicemente la pancia. A parte i dolori al seno dell’inizio…Alla stanchezza, al sonno perenne e alla nausea prima e al fortissimo mal di schiena dopo…C”è da dire che  il mio corpo ha retto quasi incredibilmente. È stato capace di plasmarsi per accogliere queste due nuove vite, ha seguito l’istinto e si è adattato alle esigenze di questi due cuori che battono dentro di me, mi è venuto in soccorso quando gli ho chiesto di dare di più e mi ha insegnato a rallentare e a riposarmi, a imparare cosa significa la fatica fisica, l’affrontare il dolore costante e anteporre le esigenze di qualcun altro alle proprie.

L’outifit che hai amato di più in questi mesi? 
Parlando di moda devo ammettere che tutto, o quasi tutto quello che ha indossato in queste 40 settimane proviene da shopping on-line, nello specifico da un sito di e-commerce che già mi piaceva molto e che oggi adoro letteralmente: Asos. Amavo già in maniera viscerale i vestiti a stile impero quelli, per capirci, con il taglio sotto il seno aderenti sulla parte superiore e leggermente svasati sulla parte inferiore. Le sempre trovati molto romantici ed estremamente femminili e ha deciso di mantenere questo stile per praticamente tutta la gravidanza che se composta principalmente da un outfit composti da vestiti, sneakers e cardigan amplissimi in cui perdermi.

La cosa che ti ha più emozionato fare…o acquistare per loro?
la cameretta pronta già da parecchie settimane, tutto il necessario per l’ospedale è pronto nella valigia che sosta perennemente davanti alla porta di casa, la casa è pronta per il loro arrivo ma la cosa che mi ha emozionato di più è stata forse una delle più semplici: lavare e riporre nel loro posto i body in formato mignon per i loro primi giorni. Mi sono letteralmente immaginata come saranno i giorni quando torneremo dall’ Ospedale e ho riflettuto, forse per la prima volta davvero, sul fatto che loro corpicini si muoveranno proprio dentro questi body che ha preparato con tanta cura per loro. Questo mi ha decisamente emozionato e mi emoziona ancora adesso pensarci.

Il cibo che hai amato di più…Anzi la “Schiscetta perfetta” della tua gravidanza?
Devo ammettere di essere molto fortunata, il mio compagno in cucina è decisamente bravissimo durante tutta la gravidanza ha assecondato i miei gusti e le mie voglie (davvero imprevedibili) con ricette creata ad hoc e piatti pensati proprio per me. E’ stato un bellissimo modo di essere coccolata (a suo modo). E’ difficile da identificare con un solo piatto anche se devo ammettere che fra nausee e cambi di gusto, una delle poche cose che ha resistito durante tutti i nove mesi stata la pasta che Alessandro riuscita declinare in maniera assolutamente perfetta.

Manca poco…che cosa desideri di più da questo ultimo periodo?
Diciamo che ormai la data del cesareo è fissata, si può dire che ci siamo. E iniziato il conto alla rovescia e stiamo entrando nell’ottica di idee che sarà il primo Natale a quattro e devo ammettere che è una sensazione bellissima. Il mio desiderio per quest’ultimo periodo è di passare quanto più tempo possibile con il mio compagno perché penso che le settimane successive al parto non saremo più soli e dovremo costruire un nuovo equilibrio. Vorrei godere di questa vita due quanto più possibile solo per arricchire il mio album dei ricordi di felicità con lui prima di essere travolti dalla meraviglia della vita a quattro.

Tre parole per descriverti quando eri solo Laura
Entusiasta, viaggiatrice e organizzata

Tre parole per descriverti adesso che sei Laura+ la Combo.
Responsabile, entusiasta e “ingombrante”.

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply