Fly Diaries

A TE PICCOLA DONNA

8 marzo 2017

Questo breve racconto è per te piccola mia che ci definisci femmine per due motivi: perchè abbiamo le tette o tettine (come le chiami tu) e facciamo le mamme. Queste sono le cose che nel tuo pensiero leggero di una bimba di quattro anni, appartengono al “genere femminile”.

Sai che però il bello di noi “femmine” è racchiuso in tante altre cose a dire il vero, ed in particolare proprio nella  “pasta speciale” che abbiamo un dentro di noi .

Siamo ostinate e determinate, spesso assillanti. Siamo amanti del controllo, ma al contempo vogliamo essere stupite.  Siamo toste da convincere ma anche facilmente malleabili.

Siamo dirette e quasi sempre troppo sincere. Siamo complici tra di noi ma anche tremendamente perfide, ostili. Siamo femministe eppur cediamo al compromesso maschile. Lo condanniamo a morte e poi lo amiamo fino all’ultima lacrima.

Siamo forti,  terribilmente forti, con una immensa  voglia di sentirsi amate ma mai come forse vorremo davvero.

Non ci diamo pace e non ci accontentiamo. Noi diamo tutto per tutti. Noi ci fidiamo. Noi ci illudiamo. Noi combattiamo per i nostri diritti, per la nostra linea, per i nostri sogni.

Non trascuriamo nulla e per non deludere gli altri ci facciamo spessissimo in tanti piccoli pezzi. Ci frantumiamo e ci rincolliamo da sole. Mandiamo giù il boccone ed al massimo se poi è  indigesto lo vomitiamo guardandoci allo specchio.

Noi che vogliamo la nostra indipendenza ma nel sentirci “parzialmente” protette stiamo meglio. Noi che una volta al mese per 10 giorni tra pre-durante e dopo vorremmo sparire dalla terra o attuare un piano di estinzione di massa.

Noi che in mille altre vite non rinasceremo mai e poi mai maschi. Noi che non ci capiremo mai abbastanza eppur sappiamo bene cosa non vogliamo essere.

Noi che nasciamo femmine ed a un tratto diventiamo donne: esseri meravigliosamente imperfetti ma immensamente consapevoli di noi stesse.

 

Con amore, una donna che ti ama.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply