Easy Tips, gemelli, Travel

VIAGGIARE E’ UN GIOCO DA BAMBINI…ANCHE CON GEMELLI

6 maggio 2015
Ripensando ad un viaggio con i vostri piccoli, avete mai pronunciato quella frase: la prossima volta, giuro, non porto niente! Bhè…Non pensateci più. Avemus rimedio: si  chiama BabyGuest ed il suo motto “viaggiare è un gioco da bambini”è il mio nuovo mantra, nonchè il titolo di questo post dall’aria vacanziera.

L’orologio biologico di un nuovo viaggio da concepire sta ticchettando a più non posso. E’ come un chiodo fisso. Avete presente quello spot tv, fine anni ’80 del caldo bagno De’Longhi, in cui il protagonista pensa di essere alle Maldive, mentre in realtà è nella vasca di casa? Bhé io inizio a fare lo stesso. Lo scorso weekend visitavo la nuova Darsena, mi immagino invece a Parigi, lungo la Senna, a passeggiare e mostrare alle piccole quanto siano meravigliosi i ponti della Ville Lumiére. Facendo il cambio armadi e trovando i miei short da finta surfista, ho iniziato a sognare la spiaggia di Tarifa….Mi vedevo li con i piedi nell’acqua fredda e le dune alle spalle.

Il mio motto per questa estate 2015 oramai alle porte (e presto da organizzare) è questo: portatemi ovunque ma non nel solito posto che finisce per “al mare”. lo amo Francavilla, ovvero quella ridente località della costa Adriatica dove sono cresciuta,  ma passarci quattro anni di fila per ragioni di comodità, è troppo, perfino per una mamma di gemelli, molto gravida prima e molto sfinita dopo. E comunque questa storia del tornare a viaggiare e della ribellione dalla solita e rassicurante casa del mare, l’ho già raccontata, così come  quell’altra storia delle valige che mi esauriscono e del mio nuovo tentativo di approccio meglio organizzato in materia. Insomma, tirando le somme penso che siamo tutti pronti  ad una nuova idea di viaggio. Io ho imparato più o meno a razionalizzare le partenze. Lui mi sembra anche meno in ansia, di fronte allo stress e agli spostamenti famigliari. Loro, tutto sommato sembrano cresciute ed inclini a darci tregue ed emozioni non più estreme.  C’è ancora in ballo quel problema del  mal d’auto, ma ben venga….Vorrà dire che le vacanze si faranno in un posto che raggiungeremo con un volo, oppure in una meta veramente in riva al mare,  dove gli spostamenti quotidiani cercheranno di essere gestiti il più possibile con un materassino gonfiabile.

vacanze 1

Probabilmente rimarremo in Italia, ma non è detta l’ultima parola. Non cerco un posto baby friendly. Non voglio animazione, aree dedicate, gonfiabili….nulla!. Desidero solo trovare una soluzione che per almeno 15 giorni  non ci stressi e ci regali nuove emozione. Consigli?

E comunque nelle mie mani oggi ho anche un Jolly semplifica vita. Avete presente quella carta che vi fa svoltare la partita? La mia, si chiama BabyGuest ed è un sito in cui si possono noleggiare tutte le attrezzature per l’infanzia che ritroverete di certo nell’inventario pre partenza del genitore viaggiatore: lettini da campeggio, sedute per fare la pappa, passeggini, solo per dirne qualcuna…Inoltre ci sono anche dei prodotti nuovi di prima necessità ad un prezzo del tutto paritario a quello del mercato. E parlo di creme e cremine, bagno schiuma, lenzuola per lettini.  Basta scegliere, fare l’ordine, mettere nel carrello…Eppoi arriverà tutto a destinazione, il giorno e all’ora stabiliti. L’aspetto che mi piace più di tutto: il fatto che le loro attrezzature sono perfettamente pulite, igienizzate, funzionali. Nuove.

Mi viene solo da dire: T’avessero inventato prima!

Sono stata in un agriturismo del 2013  che aveva un lettino decente e l’altro indecente. E li con due, non potevo che tirare a sorte ed adattarmi alla situazione perchè in quella struttura non c’erano altri modelli a disposizione, così come altre lenzuola che non arrivassero direttamente dagli anni ’80. Mi è capitato di noleggiare a Palma di Majorca sempre nello stesso anno, dei seggiolini auto del tutto sbagliati e troppo piccoli per loro, che poi per vendetta hanno battezzato per via del solito mal di mare su strada.  Non dico che ci siano solo servizi inadatti forniti da strutture turistiche o rent car, ma spesso,  in materia di bambini se non ti appoggi a posti veramente Kid Friendly, quello che ti offrono, può può risultare fatiscente, sporco, mediocre. Quindi, visto che quel lettino scomodo me lo faranno comunque pagare in Hotel, allora se ho il modo di ovviare questo problema con un metodo semplice, pratico ed anche anche concorrenziale (e senza portarmela da casa) e quindi semplificando così la dinamica del mio viaggio…allora non vedo l’ora di farlo! BabyGuest è un vero e proprio servizio alleggerisci vita (e non è una metafora…parlo proprio di ingombri in un portabagagli e di pesi  di un bagaglio da imbarcare), che  soprattutto per una twins family può essere una grande svolta.

vacanze 2

L’ho scoperto recentemente, leggendo un bel post di un’altra mamma viaggiatrice e ho deciso di approfondire e scoprire qualcosa in più su questo servizio dall’aria molto accattivante..e così li ho cercati (Sembro Pippo Baudo, ma è andata così).  Ci siamo scambiati punti di vista e riflessioni. Davanti a me, non ho trovato una manager con tacchi a spillo ed aria altezzosa, ma una donna molto grintosa, nonché  mamma di un piccolo di 2 anni e poco più, che ama comunicare e viaggiare.Come mamma di gemelle, per fare un po’ la suocera, le ho segnalato che un passeggino doppio in quella wish list però mancava. Mi hanno rassicurato e detto di pazientare ancora un attimo perché stanno scegliendo proprio adesso la soluzione più ottimale.  Il mio consiglio: un modello affiancato con chiusura ad ombrello,  che nei viaggi per ragioni di praticità è poco ingombrante, pratico e quindi vince su tutto. Se altre twins mamme o bi-mamme in ascolto hanno richieste o suggerimenti diversi, vi assicuro che  loro sono veramente ben predisposte ad avere consigli…che sia qui sotto nell’area commenti del blog o scrivendo direttamente al loro sito o sulla pagina facebook. Per tutte le info, andate su www.babyguest.com  e se siete delle twins mamme, godetevi questa promozione pensata fino alla fine del 2015, apposta per noi!

Ecco il codice sconto: FlyMamy 10+10

finale_bn_payoff

Al momento della prenotazione basterà inserirlo nell’apposito spazio “codice sconto” per avere uno sconto del 20% su tutti i prodotti a noleggio. 

ps: per le mamme in ascolto che parteciperanno all’evento di Milano di Mammacheblog, vi segnalo che Serena, la fondatrice del progetto BabyGuest interverrà la mattina del 9 maggio attorno alle 11.30 in una tavola rotonda all’interno del panel “Mamme che intraprendono” ed  in tale occasione  parlerà proprio di questo progetto!

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply