Mamma, Travel

 MAMME IN VACANZA: 5 CONSIGLI EASY MOOD

29 luglio 2015

Filosofia semplice (da spiaggia) per le Mamme in ascolto. Un’amica mi ha chiesto qualche consiglio per affrontare la sua prima estate da bi-mamma, ed io mi sono guardata un attimo dentro, fatto una macedonia di esperienze e preparato 5 consigli facili ed indolore per mamme vacanziere.

Volete essere delle mamme più serene ed impadronirvi della parola Easy per appiopparci vicino la qualunque? No problem, giuro che basta poco! Preparatevi però a sposare una semplice filosofia di vita:  ovvero dire in parte addio alle regole, e mi riferisco a tutte quelle costruttive fissazioni che per fortuna (durante il resto dell’anno) ci fanno sopravvivere in materia di nanna, pappa, e baby ruoutine. Ecco quindi un metodo semplice ed indolore testato sulla mia pellaccia dura, durante 3 stagioni (ovviamente la grande rivelazione arriva da quella in corso, nelle precedenti ero da buttare). Insomma guardo al passato  e faccio una pernacchia a tutti quegli errori e piccole fissazioni, e guardo avanti ripetendomi che questo approccio, meno fissato ma più leggero ci sta facendo (a tutti)  un gran bene.

Insomma, ecco i miei 5 consigli Easy Mood….

(parlerò al plurale per deformazione professionale ma questi consigli sono rivolti anche a chi ha un solo pupetto…Inoltre si consiglia la lettura di questo post anche a padri un po in stile Furio: scrupolosi e precisetti)

1. Il momento della Buona Notte prima o poi arriva. Insomma è vero che metterli a nanna entro le 9.15 è cosa buona e giusta, ma assecondare gli eventi e quello che sta accadendo non creerà nessun disastro.  Ricordatevi che alle 9 inoltre non è ancora buio pieno, e questo aspetto influirà di molto sull’abbandono nelle braccia di Morfeo. Insomma quando crolleranno crolleranno…E in questa “fase intermedia”,magari voi riuscirete a cenare ad un’orario decente, senza passare un’ora nel letto oppure per strada spingendo un passeggino, e cantando ninna nanne al mondo. Potrebbe accadere che l’indomani saranno  un po’ capricciosi ma in un paio di giorni si abitueranno a queste altra esperienza e così sforare ogni tanto, non sarà peccato per nessuno.

2.Il riposino pomeridiano può essere fatto tranquillamente in giro e non necessariamente a casa. Io credo vivamente all’importanza della nanna pomeridiana ma può essere benissimo improvvisata anche altrove. Avete mai provato a farli dormire al mare, ben avvolti da un’ombra, oppure al freschetto in pineta?  Vedrete che anche se ci sarà qualche rumore sarà per loro un sonno speciale, pieno di iodio e di calma. E se un giorno non vogliono dormire non vi esaurite…capita, vorrà dire che sverranno molto presto la sera…o crolleranno più tardi magari in macchina, ma impuntarsi per la nanna, quando quella non arriva è svilente.

easy-summer-7

Ps: se si svegliano nervosi dopo la siesta pomeridiana, cercate di esorcizzare quello spiacevole momento magari facendo qualcosa di bello con loro. Un castello in spiaggia, una passeggiata, un bagnetto..In caso di gemelli provate a ritagliarvi un momento esclusivo con uno di loro…fa miracoli!

3. Si mangia senza apparecchiare e si prepara il minimo indispensabile. Consiglio di partire dalla spesa: basta avere in frigo l’essenziale e non le riserve di una vita. In vacanza è bello fare i piccoli acquisti ed abbandonare la pesantezza da “spesone per la settimana” che incombe nella nostra vita praticamente sempre. Se vi servono i pomodori, li prenderete  al volo dal fruttivendolo tornando dalla spiaggia…e via dicendo. Eppoi la pappa, quella può essere gestita serenamente in giro. Un termos e via per i piccolini.  La pastina al pomodoro (tanto pomodoro così non si attacca) è un must per il mare. E per i più grandi paste fredde, riso e farro serviti su bicchieri di plastica (per evitare il disastro) eppoi carne fatta un po’ come le polpette, ma cotta in maniera ben più semplice (tipo hamburger) con verdure di fianco…oppure pesce lesso con un po di olio e limone…Se proprio non siete ispirate o non riuscite, andate di  pane e pomodoro e vedrete che saranno tutti felici!. Insomma vi consiglio di essere elastiche… Se i piccoli faranno un pranzo “non perfetto” , tranquille…recupererete di certo all’ora di cena. Inoltre è vero che la pappa si fa indicativamente sempre alla solita ora ,ma 30 minuti (o anche 60) di elasticità concedeteglieli perchè magari con il caldo o altro non avranno fame sempre a quell’ora X.

easy-summer-4

4. Liberatevi dagli obblighi famigliari e morali verso le nonne, i parenti e chiunque pretenda di vedere sti nipoti. Ragazzi  lo potete fare sempre durante  l’anno ma in vacanza, vi prego lasciateci il nostro spazio! Fatelo ben presente senza troppe remore, le buone abitudini si innescano da subito! Se avete le nonne o le zie però inevitabilmente  vicino, non vincolatevi con cene, pranzi o altro…Vacanza è anche alleggerimento da queste dinamiche troppo da “la mia Famiglia!”.

easy-summer-2

5. Ricordatevi che ci siete anche voi quindi se ci riuscite, ritagliatevi  un piccolo spazietto tutto vostro costantemente (un genitore alla volta una tantum deve respirare!). Che sia per la lettura di un giornale, 3 pagine di un libro prima di svenire, una passeggiata guardando l’orizzonte (e solo quello) una birretta al tramonto stile vecchi tempi (anche se per solo 5 minuti e solo una bottiglia). Fatevi belle ogni tanto anche per una cena sul balcone mentre la prole ronfa in camera cotta a puntino. Se avete parentame in giro approfittatene ogni tanto: un’uscita di coppia mentre i piccoli dormono e le zie o le nonne guardano un film o fanno una partitella a carte, può essere pura emozione.

easy-summer-6

Perché vi dico tutto questo…?Perchè spesso e volentieri mi sono stressata cercando la via di mezzo tra la mia natura molto, troppo easy che entrava in collisione con nuove responsabilità da mamma ed un universo al mio fianco, spesso troppo zelante, che ho deciso da un po’di smettere di ascoltare. Ecco, ad oggi se posso dire la mia…avere questo approccio almeno 2 settimane o un mese l’anno non fa danni e si ritorna a regime in poco tempo!. Basta veramente poco per godersela e spesso ci dimentichiamo come fare. Ragazze si tratta  di 5 piccoli consigli che si contano sulle dita di una mano, ma che potranno farvi trascorrere un’estati più Easy.

 

Dimenticavo: un metodo per togliersi di mezzo l’odiosa doccia da fare al rientro a casa per quelli che vanno tutti i giorni in spiaggia? Farla al mare…Portatevi bagnoschiuma, asciugamani e cambio. Li lavate e così quando si torna a casa, ci sarà una cosa in meno da fare.

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply