Books & Play

C’ERANO UNA VOLTA 2 BIMBE ED UNA LAMPADA STELLATA

3 febbraio 2016

Mettere a nanna presto i piccoli non è una cosa facile ma con qualche trucchetto le cose a volte si possono semplificare. Parole chiave: Tempistica, Logistica e Lampada Stellata…Volete saperne di più?

C’erano una volta due bimbe molto dolci che con il loro pigiamino rosa ed un orsetto per mano chiedevano alla loro mamma  una favola della buona notte.  Ascoltavano  in silenzio e dopo  “il vissero tutti felici e contenti”, lei dava loro un bacio sulla fronte, spegneva la luce e chiudeva la porta della loro cameretta augurando alle piccole una buona notte. Loro dormivano beate….

Sogno questa una favola da sempre…

Va bene l’inizio…va bene il primo anno, va bene il passaggio dalla culla al lettino, il periodo dell’inserimento all’asilo, i momenti più difficili….Ma almeno una volta in tre anni mi sarebbe piaciuto vivere anche solo un piccolo scorcio della favola d’apertura

Che dire…

Non so se è perchè loro sono due. Non so se è per via della mia natura da mamma Mrashmallow (della serie loro chiamano io accorro) ma a  casa nostra andare a nanna (ed addormentarsi) non è mai stato facile. E così armata di tenacia ho cercanto di placare questo circo quotidiano iniziando un lavoro su fari fronti.

I risultati? Siamo ancora un po’ lontani dalla versione favola ma sono in grado di parlarne…

A mio  avviso le parole da mettersi bene in mente per arrivare a dei risultati sono due: Tempistica e Logistica.

TEMPISTICA. Giocare in netto anticipo. Obiettivo nanna alle 9? Alle 8 mettere il pigiama. 8.05 lavare i denti. 8.10 dire basta all’ultimo cartone. 8.15 dire di nuovo basta all’ultimo cartone. 8.20 spegnere la tv. 8.25 fermare i pianti o la lamentela con la scelta di un libro. 8.30 andare a letto e di corsa…o in altri modi. A casa nostra ad esempio funziona così ultimamente: io trascino le ragazze in camera miagolando..facciamo finta di essere gatti. Della serie ognuno ha il suo metodo…spazio alla fantasia.

Da questo momento avrete 30 minuti  per centrare l’obiettivo e stenderli!

LOGISTICA. Trasformare il letto in qualcosa di affascinante e costruirci attorno un mondo o una storia: il letto delle farfalle, il letto delle principesse, il galeone dei pirati. Basta qualche bandierina, un disegno, una foglia dell’Ikea, un po’ di immaginazione e sarà subito atmosfera.La  mia storia riguardo al letto e ai cambiamenti che aiutano all’indipendenza ve l’ho già raccontata…vi ricordate quel post sui lettini? Da allora li abbiamo spostati, girati, caricati di steaker, personalizzati ed adesso anche uniti. Da settembre le piccole dormono in un bel lettone matrimoniale formato nanetti.  In qualche modo si tengono compagnia, si disturbano, ma si fanno anche forza tra di loro quando io in punta di piedi cerco di allontanarmi dalla cameretta.

E comunque un grande valore aggiunto è arrivato da un oggetto semplice semplice e che ho realizzato io con le mie manine.  Ai loro occhi era qualcosa di unico… Qualcosa per loro, qualcosa che le coccolasse. Di che cosa parlo? Della lampada stellata. E’ un oggetto veramente semplice ed economico  che da grandi soddisfazioni perchè ai piccoli piace da matti e li aiuta a non avere paura del buio.  Quella lucina delicata gli fa compagnia durante la fase di addormentamento e da loro sicurezza. Ovvio non risolve i problemi ma aiuta. Garantisco!

Emma e Nina alle 8.30… 8.40 di solito sono sempre nel letto, una storia, due storie..un po’ di coccole e poi si accende la lampada magica che vuol dire per loro una sola cosa: adesso è veramente l’ora di fare la nanna!

Provare per credere! Qui un tutorial fatto da me in collaborazione con gli amici di Petit Fernand  dove vi spiego come realizzarla!

 

 

 

 

 

 

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply